Informazioni utili

 

CONDIZIONI DI VENDITA

A– Il contratto stipulato tra edraulica.it ed il Cliente deve intendersi concluso con l’accettazione dell’ordine da parte di edraulica.it. Tale accettazione si ritiene tacita, se non altrimenti comunicato al Cliente. Effettuando un ordine nelle varie modalità previste, il Cliente dichiara di aver preso visione di tutte le indicazioni fornite durante la procedura d’acquisto e di accettare integralmente sia le condizioni generali che di pagamento di seguito trascritte.
B– Viene escluso ogni diritto del Cliente ad un risarcimento danni od indennizzo, nonché qualsiasi responsabilità contrattuale o extracontrattuale per danni diretti o indiretti a persone e/o cose, provocati da ritardi o dalla mancata accettazione, anche parziale, di un ordine .
C- Il Cliente può acquistare i prodotti presenti nel catalogo elettronico di www.edraulica.it al momento dell’inoltro dell’ordine così come descritti nelle relative schede informative.  Resta inteso che l’immagine a corredo della scheda descrittiva di un prodotto può non essere perfettamente rappresentativa delle sue caratteristiche ma differire lievemente anche se riprodotta in studi fotografici, la tonalità varia in base al tipo di luce utilizzata in studio "luce calda/luce fredda/distanza tra il prodotto e l’illuminazione circostante e il tipo di fotocamera utilizzata.
D- La corretta ricezione dell’ordine è confermata da edraulica.it mediante una risposta via e-mail, inviata all’indirizzo di posta elettronica comunicato dal Cliente. Tale messaggio di conferma riporterà Data e Ora di esecuzione dell’ordine e un ‘Numero Ordine Cliente’, da utilizzarsi in ogni ulteriore comunicazione con edraulica.it e da utilizzare nella causale del bonifico Bancario.
E- Nel caso di mancata accettazione dell’ordine, edraulica.it garantisce tempestiva comunicazione al Cliente.
F- Il cliente può disdire l’ordine dando tempestivamente comunicazione all’indirizzo info@edraulica.it e successivamente contattando i nostri operatori al numero: 0321 73848
G- I tempi di consegna indicati nel sito sono quantificati in giorni lavorativi. Per le isole minori o le località disagiate è previsto un supplemento spedizione per mezzi di trasporto su ruote, in alternativa la merce è sempre disponibile gratuitamente in fermo deposito presso nostri pick&pay.
H- Al fine di usufruire dell’ assicurazione all risks eventualmente stipulata, eventuali danneggiamenti devono essere segnalati in massimo 7 giorni "giorni di calendario da ricevimento della merce" al seguente indirizzo info@edraulica.it, oppure tramite fax al n° 0321.782123 oppure tramite posta raccomandata all’ indirizzo: Corso Roma 204 – 28069 Trecate (NO).
NB: Di norma la spedizione impiega 24 ore per le città primarie 48 ore per i paesi limitrofi e 72 ore per Sicilia, Sardegna e Calabria.
I- E’ onere del cliente al momento della consegna della merce controllare che l’imballo risulti integro, non danneggiato, né bagnato o comunque alterato, anche nei materiali di chiusura (verifica di qualita’). Eventuali danni, devono essere immediatamente segnalati al corriere che effettua la consegna (accettando la merce con una riserva oculata da scriversi nel DDT del corriere: Es: "scatola con dei fori sul lato ", "scatola aperta e priva di nastro personalizzato”, "scatola danneggiata”, ecc.)
L- Ai fini di garanzia è indispensabile conservare accuratamente copia dello scontrino fiscale o fattura di vendita corredata da certificato di garanzia e la confezione originale dell’ articolo.
Il nostro principale obbiettivo è la Sua soddisfazione: se ha deciso di restituire i prodotti acquistati dal nostro store devi semplicemente comunicarcelo.
Potrà decidere in totale libertà se restituire una parte del suo acquisto o tutti i prodotti:  Le rimborseremo il prezzo dei prodotti restituiti (esclusi i costi di spedizione).
Come esercitare il tuo diritto di recesso*?
Ha il diritto di recedere dal contratto, senza obbligo di indicarne le ragioni.
Il periodo di recesso scade comunque in queste condizioni:

 

 

  1. nel caso di un contratto di vendita relativo a un solo bene, dal giorno in cui Lei od un terzo, diverso dal vettore e da te designato, acquisisce il possesso fisico dei beni;
  2. nel caso di un contratto di vendita relativo a beni multipli, ordinati in un solo ordine e consegnati separatamente, dal giorno in cui tu o un terzo, diverso dal vettore e da te designato, acquisisce il possesso fisico dell’ultimo bene;
  3. nel caso di un contratto di vendita relativo alla consegna di un bene consistente in lotti o pezzi multipli, dal giorno in cui tu o un terzo, diverso dal vettore e da te designato, acquisisce il possesso fisico dell’ultimo lotto o pezzo.

Per esercitare il diritto di recesso, è sufficiente informarci della sua decisione di recedere dal contratto d'acquisto tramite una dichiarazione esplicita (ad esempio lettera inviata per posta A.R.). A tal fine può scrivere al seguente indirizzo assistenza clienti. L’importante è che tutto si concretizzi entro e non oltre il limite massimo previsto dalla legge, 14 giorni.
Cosa avviene dopo il recesso?
Il rimborso avverrà tramite lo stesso mezzo di pagamento da Lei usato per la transazione iniziale; in ogni caso, non dovrà sostenere alcun costo quale conseguenza di tale rimborso, il rimborso non includerà le spese di spedizione sostenute.
Come posso restituire i prodotti?
Il nostro ufficio assistenza clienti ti indicherà in modo semplice e dettagliato quello che dovrai fare.I costi diretti della restituzione dei beni saranno a Suo carico.

*maggiori informazioni alla pagina "Diritto di recesso"
 

 

 

COME FUNZIONA L’ASSICURAZIONE ALL RISKS.In questa sezione vi spieghiamo come funziona l’assicurazione ALL RISKS che potete attivare alla conclusione del vostro acquisto.

Questa assicurazione vi permette di avere diritto alla sostituzione dell’oggetto, che eventualmente vi arrivasse rotto, SENZA alcun COSTO aggiuntivo.
Inviandoci semplicemente delle foto e una descrizione sommaria del danno, penseremo noi a fare tutto il resto.
L’unica accortezza che dovrete avere sarà di accettare il pacco con la dicitura:

 

 

ACCETTATO CON RISERVA DI CONTROLLO, MATERIALE INTERNAMENTE NON VERIFICABILE

 

Questa dicitura è fondamentale per poter attivare la prassi assicurativa.

Attenzione, l’apporre questa dicitura sulla lettera di vettura che rimane al corriere è VOSTRO DIRITTO, se vi dicono che non potete farlo contattateci immediatamente allo 0321/73848 o al 392/7574224.

Per qualsiasi chiarimento non esitate a contattarci.

DIRITTO DI RECESSO
Decreto Legislativo 22 maggio 1999, n. 185

"Attuazione della direttiva 97/7/CE relativa alla protezione dei consumatori in materia di contratti a distanza”

pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 143 del 21 giugno 1999
(Rettifica G.U. n. 230 del 30 settembre 1999)

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione;
Vista la direttiva 97/7/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 20 maggio 1997, riguardante la protezione dei consumatori in materia di contratti a distanza;
Vista la legge 24 aprile 1998, n. 128;
Visto il decreto legislativo 15 gennaio 1992, n. 50;
Visto l’articolo 14 della legge 23 agosto 1988, n. 400;
Viste le deliberazioni del Consiglio dei Ministri, adottate nelle riunioni del 14 e del 21 maggio 1999;

Sulla proposta dei Ministri per le politiche comunitarie e dell’industria, del commercio e dell’artigianato, di concerto con i Ministri degli affari esteri, di grazia e giustizia e del tesoro, del bilancio e della programmazione economica;

E m a n a
il seguente decreto legislativo:
Art. 1.
D e f i n i z i o n i
1. Ai fini del presente decreto si intende per:
a) contratto a distanza: il contratto avente per oggetto beni o servizi stipulato tra un fornitore e un consumatore nell’ambito di un sistema di vendita o di prestazione di servizi a distanza organizzato dal fornitore che, per tale contratto, impiega esclusivamente una o piu’ tecniche di comunicazione a distanza fino alla conclusione del contratto, compresa la conclusione del contratto stesso;
b) consumatore: la persona fisica che, in relazione ai contratti di cui alla lettera a), agisce per scopi non riferibili all’attivita’ professionale eventualmente svolta;
c) fornitore: la persona fisica o giuridica che nei contratti a distanza agisce nel quadro della sua attivita’ professionale;
d) tecnica di comunicazione a distanza: qualunque mezzo che, senza la presenza fisica e simultanea del fornitore e del consumatore, possa impiegarsi per la conclusione del contratto tra le dette parti; un elenco indicativo delle tecniche contemplate dal presente decreto e’ riportato nell’allegato I;
e) operatore di tecnica di comunicazione: la persona fisica o giuridica, pubblica o privata, la cui attivita’ professionale consiste nel mettere a disposizione dei fornitori una o piu’ tecniche di comunicazione a distanza.

Art. 2.
Campo di applicazione

1. Il presente decreto si applica ai contratti a distanza, esclusi i contratti:
a) relativi ai servizi finanziari, un elenco indicativo dei quali e’ riportato nell’allegato II;
b) conclusi tramite distributori automatici o locali commerciali automatizzati;
c) conclusi con gli operatori delle telecomunicazioni impiegando telefoni pubblici;
d) relativi alla costruzione e alla vendita o ad altri diritti relativi a beni immobili, con esclusione della locazione;
e) conclusi in occasione di una vendita all’asta.

Art. 3.
Informazioni per il consumatore

1. In tempo utile, prima della conclusione di qualsiasi contratto a distanza, il consumatore deve ricevere le seguenti informazioni:
a) identita’ del fornitore e, in caso di contratti che prevedono il pagamento anticipato, l’indirizzo del fornitore;
b) caratteristiche essenziali del bene o del servizio;
c) prezzo del bene o del servizio, comprese tutte le tasse o le imposte;
d) spese di consegna;
e) modalita’ del pagamento, della consegna del bene o della prestazione del servizio e di ogni altra forma di esecuzione del contratto;
f) esistenza del diritto di recesso o di esclusione dello stesso ai sensi dell’articolo 5, comma 3;
g) modalita’ e tempi di restituzione o di ritiro del bene in caso di esercizio del diritto di recesso;
h) costo dell’utilizzo della tecnica di comunicazione a distanza, quando e’ calcolato su una base diversa dalla tariffa di base;
i) durata della validita’ dell’offerta e del prezzo;l) durata minima del contratto in caso di contratti per la fornitura di prodotti o la prestazione di servizi ad esecuzione continuata o periodica.

2. Le informazioni di cui al comma 1, il cui scopo commerciale deve essere inequivocabile, devono essere fornite in modo chiaro e comprensibile, con ogni mezzo adeguato alla tecnica di comunicazione a distanza impiegata, osservando in particolare i principi di buona fede e di lealta’ in materia di transazioni commerciali, valutati alla stregua delle esigenze di protezione delle categorie di consumatori particolarmente vulnerabili.

3. In caso di comunicazioni telefoniche, l’identita’ del fornitore e lo scopo commerciale della telefonata devono essere dichiarati in modo inequivocabile all’inizio della conversazione con il consumatore, a pena di nullita’ del contratto.4. Nel caso di utilizzazione di tecniche che consentono una comunicazione individuale, le informazioni di cui al comma 1 sono fornite, ove il consumatore lo richieda, in lingua italiana. In tal caso, sono fornite nella stessa lingua anche la conferma e le ulteriori informazioni di cui all’articolo 4.

Art. 4.
Conferma scritta delle informazioni

1. Il consumatore deve ricevere conferma per iscritto o, a sua scelta, su altro supporto duraturo a sua disposizione ed a lui accessibile, di tutte le informazioni previste dall’articolo 3, comma 1, prima od al momento della esecuzione del contratto. Entro tale momento e nelle stesse forme devono comunque essere fornite al consumatore anche le seguenti informazioni:
a) un’informazione sulle condizioni e le modalita’ di esercizio del diritto di recesso ai sensi dell’articolo 5, inclusi i casi di cui all’articolo 5, comma 2;
b) l’indirizzo geografico della sede del fornitore a cui il consumatore puo’ presentare reclami;
c) le informazioni sui servizi di assistenza e sulle garanzie commerciali esistenti;
d) le condizioni di recesso dal contratto in caso di durata indeterminata o superiore ad un anno.

2. Le disposizioni di cui al presente articolo non si applicano ai servizi la cui esecuzione e’ effettuata mediante una tecnica di comunicazione a distanza, qualora i detti servizi siano forniti in un’unica soluzione e siano fatturati dall’operatore della tecnica di comunicazione. Anche in tale caso il consumatore deve poter disporre dell’indirizzo geografico della sede del fornitore cui poter presentare reclami.

Art. 5.
Esercizio del diritto di recesso

1. Il consumatore ha diritto di recedere da qualunque contratto a distanza, senza alcuna penalita’ e senza specificarne il motivo, entro il termine di dieci giorni lavorativi decorrente:
a) per i beni, dal giorno del loro ricevimento da parte del consumatore ove siano stati soddisfatti gli obblighi di cui all’articolo 4 o dal giorno in cui questi ultimi siano stati soddisfatti, qualora cio’ avvenga dopo la conclusione del contratto purche’ non oltre il termine di tre mesi dalla conclusione stessa;
b) per i servizi, dal giorno della conclusione del contratto o dal giorno in cui siano stati soddisfatti gli obblighi di cui all’articolo 4, qualora cio’ avvenga dopo la conclusione del contratto purche’ non oltre il termine di tre mesi dalla conclusione stessa.

2. Nel caso in cui il fornitore non abbia soddisfatto gli obblighi di cui all’articolo 4, il termine per l’esercizio del diritto di recesso e’ di tre mesi e decorre:
a) per i beni, dal giorno del loro ricevimento da parte del consumatore;
b) per i servizi, dal giorno della conclusione del contratto.

3. Salvo diverso accordo tra le parti, il consumatore non puo’ esercitare il diritto di recesso previsto ai commi 1 e 2 per i contratti:
a) di fornitura di servizi la cui esecuzione sia iniziata, con l’accordo del consumatore, prima della scadenza del termine di dieci giorni previsto dal comma 1;
b) di fornitura di beni o servizi il cui prezzo e’ legato a fluttuazioni dei tassi del mercato finanziario che il fornitore non e’ in grado di controllare;
c) di fornitura di beni confezionati su misura o chiaramente personalizzati o che, per loro natura, non possono essere rispediti o rischiano di deteriorarsi o alterarsi rapidamente;
d) di fornitura di prodotti audiovisivi o di software informatici sigillati, aperti dal consumatore;
e) di fornitura di giornali, periodici e riviste;
f) di servizi di scommesse e lotterie.

4. Il diritto di recesso si esercita con l’invio, entro il termine previsto, di una comunicazione scritta all’indirizzo geografico della sede del fornitore mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento. La comunicazione puo’ essere inviata, entro lo stesso termine, anche mediante telegramma, telex e facsimile, a condizione che sia confermata mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento entro le 48 ore successive.

5. Qualora sia avvenuta la consegna del bene il consumatore e’ tenuto a restituirlo o a metterlo a disposizione del fornitore o della persona da questi designata, secondo le modalita’ ed i tempi previsti dal contratto. Il termine per la restituzione del bene non puo’ comunque essere inferiore a dieci giorni lavorativi decorrenti dalla data del ricevimento del bene.

6. Le uniche spese dovute dal consumatore per l’esercizio del diritto di recesso a norma del presente articolo sono le spese dirette di restituzione del bene al mittente, ove espressamente previsto dal contratto a distanza.

7. Se il diritto di recesso e’ esercitato dal consumatore conformemente alle disposizioni del presente articolo, il fornitore e’ tenuto al rimborso delle somme versate dal consumatore. Il rimborso deve avvenire gratuitamente, nel minor tempo possibile e in ogni caso entro trenta giorni dalla data in cui il fornitore e’ venuto a conoscenza dell’esercizio del diritto di recesso da parte del consumatore.

8. Qualora il prezzo di un bene o di un servizio, oggetto di un contratto a distanza, sia interamente o parzialmente coperto da un credito concesso al consumatore, dal fornitore ovvero da terzi in base ad un accordo tra questi e il fornitore, il contratto di credito si intende risolto di diritto, senza alcuna penalita’, nel caso in cui il consumatore eserciti il diritto di recesso conformemente alle disposizioni di cui ai precedenti commi. E’ fatto obbligo al fornitore di comunicare al terzo concedente il credito l’avvenuto esercizio del diritto di recesso da parte del consumatore. Le somme eventualmente versate dal terzo che ha concesso il credito a pagamento del bene o del servizio fino al momento in cui ha conoscenza dell’avvenuto esercizio del diritto di recesso da parte del consumatore sono rimborsate al terzo dal fornitore, senza alcuna penalita’, fatta salva la corresponsione degli interessi legali maturati.

Art. 6.
Esecuzione del contratto

1. Salvo diverso accordo tra le parti, il fornitore deve eseguire l’ordinazione entro trenta giorni a decorrere dal giorno successivo a quello in cui il consumatore ha trasmesso l’ordinazione al fornitore.

2. In caso di mancata esecuzione dell’ordinazione da parte del fornitore, dovuta alla indisponibilita’, anche temporanea, del bene o del servizio richiesto, il fornitore, entro il termine di cui al comma 1, informa il consumatore, secondo le modalita’ di cui all’articolo 4, comma 1, e provvede al rimborso delle somme eventualmente gia’ corrisposte per il pagamento della fornitura. Salvo consenso del consumatore, da esprimersi prima o al momento della conclusione del contratto, il fornitore non puo’ adempiere eseguendo una fornitura diversa da quella pattuita, anche se di valore e qualita’ equivalenti o superiori.

Art. 7.
E s c l u s i o n i

1. Gli articoli 3, 4, 5 e il comma 1 dell’articolo 6 non si applicano:
a) ai contratti di fornitura di generi alimentari, di bevande o di altri beni per uso domestico di consumo corrente forniti al domicilio del consumatore, al suo luogo di residenza o al suo luogo di lavoro, da distributori che effettuano giri frequenti e regolari;
b) ai contratti di fornitura di servizi relativi all’alloggio, ai trasporti, alla ristorazione, al tempo libero, quando all’atto della conclusione del contratto il fornitore si impegna a fornire tali prestazioni ad una data determinata o in un periodo prestabilito.

Art. 8.
Pagamento mediante carta

1. Il consumatore puo’ effettuare il pagamento mediante carta ove cio’ sia previsto tra le modalita’ di pagamento, da comunicare al consumatore al sensi dell’articolo 3, comma 1, lettera e), del presente decreto legislativo.
2. L’istituto di emissione della carta di pagamento riaccredita al consumatore i pagamenti dei quali questi dimostri l’eccedenza rispetto al prezzo pattuito ovvero l’effettuazione mediante l’uso fraudolento della propria carta di pagamento da parte del fornitore o di un terzo, fatta salva l’applicazione dell’articolo 12 del decreto-legge 3 maggio 1991, n. 143, convertito, con modificazioni, dalla legge 5 luglio 1991, n. 197. L’istituto di emissione della carta di pagamento ha diritto di addebitare al fornitore le somme riaccreditate al consumatore.

Art. 9.
Fornitura non richiesta
1. E’ vietata la fornitura di beni o servizi al consumatore in mancanza di una sua previa ordinazione nel caso in cui la fornitura comporti una richiesta di pagamento.
2. Il consumatore non e’ tenuto ad alcuna prestazione corrispettiva in caso di fornitura non richiesta. In ogni caso, la mancata risposta non significa consenso.

Art. 10.
Limiti all’impiego di talune tecniche di comunicazione a distanza

1. L’impiego da parte di un fornitore del telefono, della posta elettronica di sistemi automatizzati di chiamata senza l’intervento di un operatore o di fax, richiede il consenso preventivo del consumatore.
2. Tecniche di comunicazione a distanza diverse da quelle di cui al comma 1, qualora consentano una comunicazione individuale, possono essere impiegate dal fornitore se il consumatore non si dichiara esplicitamente contrario.

Art. 11.
Irrinunciabilita’ dei diritti
1. I diritti attribuiti al consumatore dal presente decreto legislativo sono irrinunciabili. E’ nulla ogni pattuizione in contrasto con le disposizioni del presente decreto.
2. Ove le parti abbiano scelto di applicare al contratto una legislazione diversa da quella italiana, al consumatore devono comunque essere riconosciute le condizioni di tutela previste dal presente decreto legislativo.

Art. 12.
S a n z i o n i
1. Fatta salva l’applicazione della legge penale qualora il fatto costituisca reato, il fornitore che contravviene alle norme di cui agli articoli 3, 4, 6, 9 e 10 del presente decreto legislativo, ovvero che ostacola l’esercizio del diritto di recesso da parte del consumatore secondo le modalita’ di cui all’articolo 5 o non rimborsa al consumatore le somme da questi eventualmente pagate, e’ punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da lire un milione a lire dieci milioni.
2. Nei casi di particolare gravita’ o di recidiva, i limiti minimo e massimo della sanzione indicata al comma 1 sono raddoppiati.
3. Le sanzioni sono applicate ai sensi della legge 24 novembre 1981, n. 689. Fermo restando quanto previsto in ordine ai poteri di accertamento degli ufficiali e degli agenti di polizia giudiziaria dall’articolo 13 della predetta legge 24 novembre 1981, n. 689, all’accertamento delle violazioni provvedono, di ufficio o su denunzia, gli organi di polizia amministrativa. Il rapporto previsto dall’articolo 17 della legge 24 novembre 1981, n. 689, e’ presentato all’ufficio provinciale dell’industria, del commercio e dell’artigianato della provincia in cui vi e’ la residenza o la sede legale dell’operatore commerciale.

Art. 13.
Azioni collettive
1. In relazione alle disposizioni del presente decreto legislativo, le associazioni dei consumatori e degli utenti sono legittimate ad agire a tutela degli interessi collettivi dei consumatori, ai sensi dell’articolo 3 della legge 30 luglio 1998, n. 281.

Art. 14.
Foro competente

1. Per le controversie civili inerenti all’applicazione del presente decreto legislativo la competenza territoriale inderogabile e’ del giudice del luogo di residenza o di domicilio del consumatore, se ubicati nel territorio dello Stato.

Art. 15.
Disposizioni transitorie e finali

1. Il contratto a distanza deve contenere il riferimento al presente decreto legislativo.

2. Fino alla emanazione di un testo unico di coordinamento delle disposizioni di cui al presente decreto legislativo con la disciplina recata dal decreto legislativo 15 gennaio 1992, n. 50, alle forme speciali di vendita previste dall’articolo 9 del decreto legislativo 15 gennaio 1992, n. 50, e dagli articoli 18 e 19 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 114, si applicano le disposizioni piu’ favorevoli per il consumatore contenute nel presente decreto legislativo.

3. Il presente decreto legislativo entra in vigore centoventi giorni dalla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Allegato I
Tecniche di comunicazione di cui all’articolo 1, comma 1, lettera d):

stampati senza indirizzo;
stampati con indirizzo;
lettera circolare;
pubblicita’ stampa con buono d’ordine;
catalogo web;
telefono con intervento di un operatore;
telefono senza intervento di un operatore (dispositivo automatico di chiamata, audiotext);
radio;videotelefono (telefono con immagine);
teletext (microcomputer, schermo di televisore) con tastiera o schermo sensibile al tatto;
posta elettronica;
fax;
televisore, (teleacquisto, televendita).

Allegato II

Servizi finanziari di cui all’articolo 2, comma 1, lettera a):

servizi d’investimento;
operazioni di assicurazione e di riassicurazione;
servizi bancari;
operazioni riguardanti fondi di pensione;
servizi riguardanti operazioni a termine o di opzione.

Tali servizi comprendono in particolare:
i servizi di investimento di cui all’allegato della direttiva 93/22/CEE, i servizi di societa’ di investimenti collettivi;
i servizi che rientrano nelle attivita’ che beneficiano del riconoscimento reciproco di cui si applica l’allegato della seconda direttiva 89/646/CEE;
le operazioni che rientrano nelle attivita’ di assicurazione e riassicurazione di cui:
all’articolo 1 della direttiva 73/239/CEE;
all’allegato della direttiva 79/267/CEE;
alla direttiva 64/225/CEE;
alle direttive 92/49/CEE e 92/96/CEE.

Per esercitare il diritto di recesso il cliente ha a disposizione 14 giorni dalla data di ricevimento della merce.






SPEDIZIONE
Il nostro negozio garantisce l’evasione del materiale acquistato e disponibile a magazzino entro 24-48 ore dal pagamento dell’ordine.

Le spedizioni vengono affidate TNT, corriere leader nel settore che garantisce professionalità e puntualità nelle consegne.

La consegna avviene solitamente in 24/72 ore per materiale peso inferiore a 30 Kg, 3/5 giorni per pacchi ingombranti su tutto il territorio nazionale ad esclusione della Calabria e delle isole dove è richiesto più tempo.

Una volta affidata la merce al corriere TNT/SDA/GLS, riceverete direttamente una mail e/o un sms nel quale vi viene comunicato il tracking in modo da poter rintracciare il pacco in modo autonomo.

I corrieri effettuano le consegne nei giorni lavorativi, dal lunedì al venerdì e non nei giorni festivi.

Le consegne avvengono a piano strada e non è previsto il servizio di consegna al piano o il facchinaggio; questo tipo di servizio può comunque essere richiesto ed è a pagamento.

Contattate il nostro Customer Care per avere maggiori informazioni: 0321-73848

FATTURA:
Per ogni ordine, Edraulica emette fattura accompagnatoria con i dati forniti dal Cliente in fase di acquisto.

Una copia della fattura viene sempre allegata alla merce; nel caso comunque dovesse essere smarrita, contattateci e ve ne sarà inviata una copia via mail.
Costi di consegna:
In caso di recesso di materiale in spedizione gratuita, verranno trattenuti i costi di consegna sostenuti. Per Isole minori, zone franche e località disagiate potrebbe essere richiesto un contributo aggiuntivo di spesa di spedizione.

CONTROLLO ALLA CONSEGNA E RECLAMI:
Al momento della consegna della merce da parte del Corriere dovete controllare:
– che il numero dei colli in consegna corrisponda a quanto indicato nel documento d’accompagnamento del Corriere e siano integri
– che il prodotto indicato in fattura corrisponda a quanto effettivamente ordinato FIRMARE IL DOCUMENTO DI CONSEGNA DEL CORRIERE CON LA "RISERVA DI CONTROLLO”, specificando "imballo integro, merce non visibile”.

Danni esteriori molto evidenti degli imballi o mancata corrispondenza del numero dei colli devono essere immediatamente contestati al Corriere scrivendolo direttamente sul documento d’accompagnamento del Corriere.

Nel caso di evidente rottura dell’oggetto acquistato, non dovete accettarlo.

Si hanno 8 giorni di tempo per una verifica approfondita dell’integrità della merce consegnata e per denunciare qualsiasi tipo di danno o anomalia.

Pertanto inviateci tempestivamente una e-mail a info@edraulica.it allegando le foto relative al danno.

Una volta sottoscritto il documento di trasporto del Corriere, non potrete più opporre alcuna contestazione circa la quantità e la qualità di quanto ricevuto.
RISPONDIAMO DEI DANNI DA TRASPORTO SOLO SE COMUNICATI ENTRO 8 GIORNI DAL RICEVIMENTO DEL MATERIALE ED ACCETTATI CON RISERVA DI CONTROLLO SPECIFICA.

ASSICURAZIONE:

L’assicurazione ALL RISKS di € 9,00 è facoltativa, ma consigliata, e dà diritto alla sostituzione gratuita dell’oggetto acquistato nel caso di rottura da parte del Corriere.
Le spedizioni non assicurate, viaggiano a Vs. rischio ed eventuali danni non potranno in questo caso essere rimborsati.

Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito.
Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "OK".
Ti invitiamo a leggere la nostra policy.
OK